Hai intenzione di vivere a Parigi e ti piacerebbe conoscere opinioni reali e non prese da film e serie tv? In tal caso, continua a leggere per conoscere l’esperienza di una ragazza belga nella città dell’amore.

Dal Belgio a Parigi

  • Informazioni di base: Mi chiamo Aube Vandingenen e ho 20 anni. Sono belga e sono una studentessa di psicologia e una schermitrice professionista. Vivo a Parigi da quando avevo 17 anni, ma faccio ancora spesso visita alla mia famiglia in Belgio.

Perché trasferirsi a Parigi?

È la tipica storia. Avevo finito il liceo in Belgio un anno prima e non volevo andare immediatamente all’università. Ho avuto una lunga conversazione con mio padre sulla possibilità di prendermi un “anno sabbatico” per concentrarmi sul mio sport (scherma) e … è stato d’accordo. Abbiamo iniziato a guardarci intorno ed abbiamo scoperto che il club gestito da uno dei migliori allenatori del mondo aveva sede a Parigi. Sono andata a Parigi per una settimana per vedere se mi piacesse e mi sono innamorata della città e del modo in cui ci si allenava nel club. Così, mi sono trasferita lì quando avevo 17 anni e questo è già il mio terzo anno qui a Parigi.

Procedure burocratiche per vivere a Parigi: permesso di soggiorno

Non ho un permesso di soggiorno perché avevo 17 anni quando mi sono trasferita a Parigi e la mia intenzione era quella di rimanere solo un anno, quindi il mio indirizzo ufficiale di residenza è ancora il Belgio. È molto più facile in questo modo, posso ancora usufruire dell’eccellente sistema sanitario belga e dato che continuo a tornare a casa molto spesso, mi risulta molto più comodo così.

Vivere a Parigi: opinioni sulla ricerca di un appartamento

A mio parere, la cosa peggiore di Parigi è la difficoltà a trovare un appartamento quando non sei francese. Prima di tutto, parlano solo francese, per me non è un problema, ma per molte persone lo è. La cosa peggiore, però, è che ogni volta che trovavo un buon appartamento andavo in ufficio e non potevo affittarlo perché mio padre non aveva reddito in Francia, pur avendolo in Belgio. Nessuno voleva aiutarci, fino a quando fortunatamente ho trovato un ufficio che aveva già lavorato con atleti di altri paesi e lì mi hanno aiutato a trovare un buon appartamento.

Vivere a Parigi: opinioni sui francesi

A volte ho come l’impressione che i francesi vivano ancora nel Medioevo. La tecnologia che hanno è molto vecchia e per niente funzionale. Vi faccio un esempio: due anni fa ho dovuto fare la dichiarazione dei redditi per la prima volta. Così ho guardato gli orari di apertura dell’ufficio predisposto e aprivano solo 3 giorni alla settimana dalle 10 alle 12 del mattino. Quel giorno ho dovuto saltare l’allenamento. Una persona mi ha spiegato come dovevo fare tutto, così sono tornata a casa e l’ho fatto. Due giorni dopo torno e qualcun altro mi dice che ho fatto tutto male e mi dà un altro pezzo di carta. Mi è successo tre volte. In Belgio, tutto questo si fa online.

Qui non si fa nulla online, per qualsiasi prenotazione devi chiamare per telefono. La maggior parte delle persone usa ancora gli assegni come metodo di pagamento. Tutto questo è molto strano per qualcuno che come me viene dal Belgio.

Dove cercare lavoro a Parigi?

Puoi cercare online, presso agenzie interinali per il lavoro come Pole Emploi, puoi trovare diversi siti, ma puoi anche lasciare il tuo curriculum nella attività presenti nel tuo quartiere.

Parigi è una città costosa in cui vivere?

Il prezzo degli appartamenti a Parigi è molto alto ma varia anche a seconda del quartiere. Se cerchi un appartamento molto piccolo (tra 10-20 metri quadrati) nel centro di Parigi, il prezzo è di circa 500-700€, credo. Quindi, se vuoi una stanza con una camera da letto separata, sono circa 1000-3000€. Se vuoi affittare un posto dove vivere a Parigi, ti consiglio di dare un’occhiata di persona, perché credetemi, ci sono molti appartamenti di merda (scusate il francesismo). Inoltre, più ci si allontana dal centro, più economico è. Io vivo a 20 minuti dal centro e con il mio coinquilino paghiamo 1000 euro per un appartamento con due camere da letto.

Quali i costi per vivere a Parigi: opinioni

Ancora una volta, dipende da dove vivi. Il centro di Parigi è molto più costoso perché ci sono solo piccoli supermercati. Il mio consiglio è di andare a fare la spesa nei grandi supermercati dove, secondo me, una persona può sopravvivere con circa 50 euro a settimana. A mio parere, il prezzo del cibo nei ristoranti è più o meno economico. Quasi tutti i ristoranti hanno un “menù del giorno” che costa tra i 10€ e i 15€ e l’acqua del rubinetto è gratuita! La cosa più costosa nei ristoranti di Parigi sono le bevande.

Pro e contro della vita a Parigi

Punti positivi: adoro vivere vicino a una grande città, puoi trovare posti davvero tranquilli a Parigi, ma anche diversi luoghi di svago per tutti i gusti. C’è un mix ed è perfetto. La cosa migliore di vivere a Parigi sono le baguette. Credimi, è la cosa migliore del mondo, se potessi mangiarle tutto il giorno ogni giorno, lo farei. Un’altra cosa che amo di Parigi è la diversità, ci sono così tante persone provenienti da tutto il mondo, così tante culture e questo significa anche buon cibo da tutto il mondo!

Svantaggi di vivere a Parigi: quello che non mi piace di Parigi è il traffico, ma penso che sia così in tutte le grandi città. Oltre a questo, non mi piace la mancanza di tecnologia.

Cosa ti manca del tuo paese?

La mia famiglia e i miei amici. È ovvio. Anche se sono molto felice a Parigi, mi mancano molto. E naturalmente mi mancano patatine fritte, delle buone patatine fritte belghe, perché no, le patatine fritte non sono francesi ;).

Com’è la qualità della vita a Parigi?

La qualità della vita a Parigi è come in qualsiasi grande città. Per molte persone è ottima, ma per molte altre può risultare molto difficile.

Consigli riguardo Parigi

  • Hai intenzione di rimanere a Parigi per molto tempo? Resterò sicuramente finché il mio allenatore e il suo club saranno qui.
  • La consiglieresti come città per vivere? Assolutamente consiglierei di vivere a Parigi. Naturalmente, è meglio aspettare la fine della pandemia prima di trasferirsi qui, anche perché ora non c’è molto da fare.
  • Consiglieresti alle persone di vivere una stagione all’estero? Certo, è stata la decisione migliore della mia vita.
  • E per coloro che volessero trasferirsi a Parigi, hai qualche particolare raccomandazione? Imparare il francese, perché penso che trasferirsi in Francia senza sapere nulla il francese sia come trasferirsi negli Stati Uniti senza conoscere una parola di inglese.

Progetti e viaggi futuri

Per quanto riguarda i miei progetti futuri, vorrei poter dire qualcosa a riguardo, ma davvero non lo so. È possibile che vada a Dubai a maggio, ma sarà per una gara di scherma, quindi sarò sempre in quarantena. Se vuoi conoscere la mia prossima destinazione, ti consiglio di seguire il mio Instagram!

Se quindi stai cercando di trasferirti in una delle destinazioni turistiche più popolari al mondo, non esitare a scegliere questa città cosmopolita come luogo in cui vivere.

E per chiunque voglia conoscere questa meravigliosa città come turista , il mio consiglio quello di realizzare un “FREE TOUR“.

Intervista condotta a aprile 2021 con @traveling.aube.

vivere a parigi

Comments

No comments yet. Why don’t you start the discussion?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.